Wicca definizione

No Gravatar

Wicca è una religione appartenente al movimento neopagano; la Wicca venera in particolare  i cicli della natura ed il Divino imponente,  sempre  presente nel mondo sotto infinite forme, spesso riassunte in un principio divino femminile, la Dea, ed uno maschile, il Dio; nella Wicca si praticano rituali di vario tipo, tra i più importanti il Grande Rito ed il Drawing down the moon, una pratica teurgica per avvenire al contatto con il divino.

La religione wiccan venne presentata per la prima volta nel 1954 attraverso gli scritti di un ex funzionario pubblico britannico esperto di esoterismo, Gerald Gardner. Questi affermò di essere stato iniziato ad una vecchia tradizione misterica, continuazione dei culti esoterici medievali etichettati come stregoneria a loro volta imperniati sulle religioni pagane dell’Europa antica. La veridicità delle esperienze di Gardner rimane controversa, parecchi studi moderni sostengono ad ogni modo come la teologia wiccan iniziò ad essere compilata non prima degli anni venti03) è un termine ripreso dall’inglese antico, nel quale wicca — al maschile, pronunciato [wɪʧʌ] — e wicce — al femminile, pronunciato [wɪʧe] — stanno rispettivamente ad indicare quello che oggi si intende per “stregone” e “strega”, ovvero praticanti della stregoneria, definizione collettiva di tutta una serie di culti misterici ed esoterici diffusi sotterraneamente nel Medioevo. Effettivamente tali termini sono alla base anche delle definizioni in inglese moderno — apparse nel XVI secolo — di witch, “strega”, e witchcraft, “stregoneria”, attraverso il passaggio inglese medio di wicche, originariamente sia maschile che femminile in seguito solo femminile per lasciare spazio alla formazione di wizardwarlock, le forme maschili. Risalire all’origine dei lemmi in inglese anticowiccawicce è arduo. Rosemarie Lühr ne riconnette le radici a wigol, ovvero “profetico”, e wīglian, verbo che indica il “divinare” (connessi anche con il basso tedesco medio wichelen, “incantare”, e wicker cioè di nuovo “incantare” o in senso sostantivo “incantatore”, “indovino”) e suggerisce un legame anche con ilprotogermanico wigon, geminato in *wikkōn. La forma base si pensa fu wicce derivata da *wikkæ, prodotto dal protogermanico wikkon. Un’etimologia alternativa suggerisce tuttavia la derivazione dal verbo wiccian a sua volta mutuato da *wikkija. La radice protoindoeuropea da cui si pensa siano discesi tutti questi lemmi è *wic-*weik- (letteralmente “separare”, “dividere”, “piegare” o “dare forma”). L’American Heritage Dictionary suggerisce invece una mutuazione da*weg-, cioè “essere vitali”, derivato dall’ancestore protogermanico *wikkjaz.08 Walter William Skeat ha infine individuato una probabile etimologia nelprotoindoeuropeo *weid- e nell’inglese antico wita (letteralmente “uomo saggio”) e witan (cioè “conoscere”), considerandoli una corruzione dell’ancestrale*witga. Una recente ricerca di Sir William Bennett rintraccia una possibile origine etimologica nel protoindoeuropeo delle due radici *weik-*wek- che hanno germinato molteplici significati: 1. Scegliere, con il preciso riferimento alla vittima sacrificale (Lat. “vic-tima”) indicata da un potere soprannaturale e 2. Parlare, (Lat. vox, voce e Ind. vacanà, parlante).
Gran parte degli studi moderni rifiutano quest’ultima proposta e i termini wiccawicce continuano spesso a rimanere etichettati come di origine oscura. Nella modernità il termine utilizzato per la prima volta dallo stesso Gerald Gardner nei suoi libri fu Wica, in seguito rimpiazzato dal, come precedentemente notato, più antico e corretto Wicca. Gardner non utilizzava in verità il lemma per indicare la religione che stava divulgando, ma ne faceva uso come nome di massa a designo dell’intera comunità dei fedeli (la Wica). La religione in se era infatti chiamata Witchcraft, cioè “Stregoneria” (termine con il quale la Wicca viene ancora nominata in alcune circostanze), con l’iniziale maiuscola per dare un distacco dalla stregoneria medievale, disorganizzata e sotterranea. Gardner chiamava i praticanti singoli witch, ovvero “strega”, e wizardwarlock, in italiano “stregone”. Con il passare del tempo, dato che le definizioni di Stregoneria estregastregone — sebbene ancora in uso — sono spesso causa di fraintendimenti, la nomenclatura più diffusa trovò una stabilità nel termine Wicca per indicare la religione nel suo complesso e nell’aggettivo e sostantivo mutuato wiccan per indicare il fedele alla religione. Wiccan, che, sebbene oggi utilizzato come aggettivo e aggettivo sostantivato (ovvero sul modello di Christian, cioè “cristiano”, Confucian, cioè “confuciano”, Xiantian, cioè “xiantiano” oZoroastrian, cioè “zoroastriano”), deriva direttamente dall’inglese antico nel quale era utilizzato come plurale sia di wicca sia di wicce.
Un altro nome attraverso cui viene indicata la Wicca è quello di Vecchia Religione, denominazione ereditata quasi certamente dalla Stregheria e tutt’oggi condivisa sia da questa tradizione sia dalla Wicca. Tale definizione è radicata nella convinzione sull’effettiva veridicità delle teorie di un ipotetico culto ancestrale della Dea Madre — universalmente diffuso nell’Europa preistorica e trasversalmente nelle spiritualità pagane del mondo classico —, da cui la religione wiccan discenderebbe. Idee di questo tipo trovano oggi diversi detrattori. Per questo motivo la sopracitata etichetta per la Wicca non è accettata da molti aderenti.

 

Info su Valentina

La vera storia di Valentina. Molto conosciuta nella sua zona di residenza, è apprezzata soprattutto per la sua infinita pazienza e costanza nell’aiutare tutti coloro che soffrono e si rivolgono a lei. Ricevette la “PARTICOLARE” sensibilità, quando, ancora bambina, accudiva la Nonna materna, gravemente malata, con gradevoli attenzioni. La Nonna mancò all’affetto dei suoi cari, ma la sua “PARTICOLARE sensibilità” passò alla piccola Valentina, che a stento se ne rese conto. Con il tempo, lo studio intenso, e grandi sacrifici, le caratteristiche si sono rivelate sempre più forti e precise. Un giorno, ad esempio, fu contattata per avere notizie di un fidanzato di cui non si avevano più notizie da oltre due anni. Il ragazzo fu prontamente rintracciato telefonicamente. Lui ignaro lavorava negli Stati Uniti. La sua sensitività è sfruttata per la ricerca di persone amate, oltre a fedeli amici animali e agli oggetti smarriti. Alla fine degli anni novanta organizzò, nel capoluogo Lombardo, come docente, un importante corso di cartomanzia rivolto a coloro che volevano approfondire le conoscenze sulla divinazione di TAROCCHI e SIBILLE. Ancora oggi le sue dispense sono utilizzate per chiarire ogni dubbio ai meno esperti. Agli inizi del nuovo secolo sono aumentate le collaborazioni con famose sensitive e veggenti, di fama internazionale, ed ancora oggi questi sviluppi sembrano non fermarsi mai, anzi danno sempre maggiori soddisfazioni. Negli ultimi anni, amici astrologi si sono avvicinati a lei ed alcuni in particolare toccano con mano la sua accuratezza e puntualità nelle precise soluzioni ai quesiti sempre risolti. Noti imprenditori, quotidianamente, si rivolgono a lei per ottenere approfonditi sondaggi commerciali, per conoscere l’eventuale solvibilità dei loro clienti, o conoscere la lealtà dei propri collaboratori. Ora siamo nell’era medianica, questa popolarità si è sensibilmente allargata, grazie ai moderni mezzi di telecomunicazione, è possibile così avere contatti con Lei da qualsiasi parte del mondo, anche se si risiede in un luogo remoto. Con tutti i mezzi che la moderna tecnologia ci mette a disposizione non potete non comunicare con Valentina. Tutti i giorni accoglierà le Vostre richieste e risponderà senza indugio ai Vostri quesiti. Un abbraccio, Valentina. http://www.centrostudipianetacielo.it
Questa voce è stata pubblicata in Wicca e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Wicca definizione

  1. EternityNo Gravatar scrive:

    It’s about time smoeone wrote about this.

  2. KingNo Gravatar scrive:

    Stellar work there everyone. I’ll keep on reiadng.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha (test di controllo): * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.