Sesso nel ventunesimo secolo.

No Gravatar

Sesso nel ventunesimo secolo, noi evolviamo e con noi anche il sesso.

Molte persone non accettano, schifate, pratiche sessuali che invece possono essere appaganti e liberatorie.

All’uomo, per esempio, piace da sempre il sesso orale, farlo e riceverlo, numerose donne invece si rifiutano se il loro partner sessuale le chiede di fargli o lasciarsi fare questa pratica molto intima e coinvolgente.

Se si pensa che gli organi sessuali non sono le uniche parti anatomiche del corpo umano ad essere molto sensibili: anche la bocca, la lingua e le labbra lo sono, proprio per questo motivo il piacere del sesso orale non si limita unicamente alla persona che lo riceve. Questa forma sessuale può anche agevolare un’eventuale penetrazione, migliorandone la lubrificazione e aumentando la sensibilità vaginale agevolando l’ingresso del pene nella vagina.

Come il sesso orale anche la “spagnola” porta al maschio un’eccitazione molto forte; nella spagnola l’uomo mette il suo pene eretto fra i seni della donna e inizia a strofinarlo come se fosse nella vagina fino al raggiungimento dell’orgasmo e quindi l’eiaculazione.

La donna può stringere il pene fra i suoi seni oppure è l’uomo che lo stringe afferrandolo lui stesso tra le mani, aumentando la propria eccitazione e quella della donna che si trova sdraiata con lui cavalcioni sopra di lei. Alcune volte la spagnola può essere combinata con del sesso orale da parte della donna la quale può stimolare l’eiaculazione maschile leccando la punta del pene con la lingua quando l’uomo si avvicina al suo viso.

Durante questa pratica l’uomo può essere facilmente stimolato nella regione anale da parte della donna. Infatti, la parte anale dell’uomo è molto sensibile, soprattutto quando il pene è in erezione.

In una variante della spagnola, la donna stringe i seni muovendoli su e giù in modo da eccitare il pene che sta fermo e portare l’uomo all’orgasmo. In questo caso, la spagnola può essere intesa come una vera propria masturbazione con l’aiuto del seno.

Spesso si sente nominare dal mondo maschile, ma anche da quello femminile, il fetish. Il fetish non è in realtà una vera e propria pratica sessuale ma un approccio alla sessualità caratterizzato dal valore erotico attribuito sia a determinati tipi d’abbigliamento, in genere intimo – come corsetti e simili – sia, e soprattutto, per l’importanza data al materiale di cui essi sono fatti, come la gomma, il cuoio, il latex e così via. Nero e, in minor misura, rosso o il bianco sono i colori prevalentemente preferiti.

Guanti e scarpe femminili, dal tacco molto alto, sono altri accessori fondamentali per l’estetica fetish, come lo è per gli stivali anche in questo caso prevalentemente femminili, specie se fascianti l’intera gamba.
Il fetish, quindi non si caratterizza per la predilezione per una o più specifiche pratiche sessuali, quanto piuttosto per la ricerca di determinate situazioni in cui la parte estetica è senz’altro centrale.
Una particolare variante del fetish è quella in cui l’elemento caratterizzante è costituito da divise o uniformi, siano esse militari (o simili, come divise da poliziotto), o civili: solitamente abiti da infermiera, da scolara o da cameriera, oppure abiti ecclesiastici.

Se pensiamo, poi, che già agli inizi degli anni settanta s’iniziava a parlare delle pratiche BDSM, con riviste particolari capiamo come da allora ai giorni nostri le cose siano cambiate. Se ne parla un po’ di più e si pratica soprattutto di più, anche se ancora oggi questa pratica altamente eccitante sotto molti aspetti psico-fisici e chi la pratica è additato come matto o sporco.

Non tutti sanno in realtà cos’è il BDSM: questo tipo di rapporto sessuale è in realtà un vero e proprio gioco di coppia, dove c’è un padrone (Master) o una padrona (Mistress) e lo schiavo (Slave) che può essere uomo o donna a seconda di ciò che ricerca il padrone o la padrona. Nel BDSM è d’obbligo la consensualità dei ruoli, dove qui il sottomesso decide e accetta di essere tale tenendo sempre presente per entrambi i ruoli di poter ritirare il suo consenso in qualsiasi momento. Una cosa molto importante in questa pratica è l’uso della parola di sicurezza che dà la possibilità al partner passivo di interrompere il gioco in qualsiasi momento. In alcuni casi questa parola è sostituita da un gesto fisico preventivamente concordato per esempio alzare o aprire la mano, lasciar cadere un oggetto, soprattutto in quelle scene o giochi BDSM in cui lo slave è fisicamente impedito nella parola. È fondamentale una parola o segnale ben preciso e concordato in anticipo, perché esprimere semplice diniego, può fare parte integrante del ruolo di vittima prescelto e non essere interpretato dal dominante come un rifiuto reale. In alcuni casi, tuttavia, l’uso della parola d’ordine è consensualmente escluso dalle parti. Bisogna ricordarsi che nel BDSM ognuno è libero di scegliersi il ruolo che trova più adatto e anche cambiare questo nel corso del tempo o secondo il partner, se lo sente necessario. La soddisfazione sessuale per dominatore e slave è fondamentale, come lo è in ogni rapporto sessuale che viene svolto consensualmente. Nel BDSM solitamente si usano oggetti come fruste, bavagli, divise e maschere in latex, bende e legacci. Master e Mistress usano spesso sul proprio schiavo vibratori, corde, manette e pinze per i capezzoli.

I normali rapporti di coppia sono chiamati, con un termine anglosassone, vanilla, a significare la minore intensità erotica rispetto ai rapporti BDSM. In genere l’inizio di un rapporto BDSM, o il passaggio della relazione da “normale” a BDSM, coincide con il consenso del partner sottomesso, che accetta di fidarsi ed essere dominato; a volte, nel seguito del rapporto, può essere il partner dominante a rifiutare, specie se il sottomesso richiede pratiche “spinte”, perché i suoi sentimenti glielo impediscono. Di norma se questa situazione accade e viene superata, con il dominante che accetta definitivamente il suo ruolo, il rapporto può considerarsi consolidato.

Spesso, però, il BDSM spesso è confuso con il sadomaso, o sadomasochismo, dove la sottomissione fisica o verbale è indotta e non voluta portando solamente al dominante l’eccitazione psico-fisica.

Una delle pratiche più diffuse nel sesso normale e anche nel BDSM è il pissing, detta anche pioggia dorata. Il pissing consiste nell’emissione dell’urina, attraverso l’uretra, sul corpo o nella bocca del o dei partner allo scopo di provocare in sé e negli altri eccitazione sessuale e piaceri erotici. Il pissing è abbastanza diffuso nell’ambito delle pratiche proprie della comunità BDSM. In quest’ultimo caso il pissing, soprattutto nella forma più elementare, il bere da parte del soggetto sottomesso delle urine del dominatore, costituisce una delle pratiche in cui è maggiormente evidente l’umiliazione fisica e psicologica consensualmente decisa, di tipo sadico o masochista.

A molte donne piace molto un’altra pratica: il fisting, sia vaginale che anale, anche se si tratta di una pratica sessuale umana estrema che consiste nell’introduzione dell’intera mano all’interno della vagina o del retto che se fatta con estrema cura alla donna porta un piacere immenso. Il metodo più usato per la pratica del fisting vaginale consiste nella stimolazione della vagina partendo dalla penetrazione di un dito, sino ad arrivare a quattro dita escluso il pollice che è l’ultimo dito che s’inserisce, piegandolo sotto le altre quattro dita e formando una forma a becco della mano. La lubrificazione naturale è generalmente insufficiente per una pratica così estrema, perciò solitamente viene utilizzato, e consigliato, del lubrificante intimo che si trova con facilità in farmacia o nei supermercati ben attrezzati, per i più timidi si trova con facilità anche in internet.

Una variante del fisting vaginale è il fisting anale che si esegue allo stesso modo di quello vaginale, con la differenza che nel retto non essendoci una lubrificazione naturale è molto importante usare una buona dose di lubrificante e sempre moltissima cautela.

Una delle cose più belle, soprattutto in una coppia ben affiatata, è il Petting, le coccole di natura sessuale ma che non includono un rapporto sessuale completo, ma che, in moltissimi casi aiutano la coppia nel trovare maggiore intimità.

Non dimentichiamoci però l’atto sessuale più intimo e per tutti il più bello: la penetrazione. Dove due corpi diventano uno solo attraverso le parti intime, il pene eretto entra nella vagina e muovendosi al suo interno si arriva all’orgasmo per entrambi. Le penetrazioni multiple, infine, sono penetrazioni sessuali attuate generalmente fra due o più persone oppure anche individualmente, dato che possono essere effettuate non solo attraverso l’uso del pene, ma anche tramite le dita, vibratori, e altri giocattoli sessuali.

Lo scopo del partner nel sottoporsi a penetrazioni simultanee consiste nel desiderio di ottenere un piacere maggiore di quello derivante da una singola penetrazione, per via del maggior numero di terminazioni nervose coinvolte.

Ci sono moltissimi modi per fare del buon sesso appagante per il corpo e la mente. Il sesso è un mondo intimo bello e coinvolgente, nessuno può, ne deve, fermare la nostra voglia di provare piacere. Non bisogna però sentirsi sporchi ma ricercare ciò che più ci fa sentire bene con noi stessi e gli altri. Chiedete al vostro partner di rendervi felici, parlate con lui delle vostre passioni sessuali senza paura e spiegategli con tranquillità come farvi arrivare al culmine dell’eccitazione e del pieno godimento. Sarà più bello per entrambi.

Pensate a preparare una cenetta estiva con il vostro partner, vestiti solo del grembiule, cenare poi seduti sul pavimenti magari poi su dei cuscini, e poi fare del buon sesso che vi legherà donandovi un benessere fisico che condividerete solo con chi questo benessere ve lo ha donato.

Non c’è nulla di male.

 

 

 

link sito:
Chat Cartomanzia online gratis:
Chat Tarocchi online gratis:
Chat Astrologia online gratis:
Iscriviti alla Chat gratuitamente:
Forum Cartomanzia:
Forum Tarocchi:
Forum Astrologia:
Iscriviti al Forum gratuitamente:
Oracolo online gratis:
Valentina Oroscopo:
Eros Oroscopo:
Oroscopo Maggio 2011:
Transiti Maggio 2011:
La tua cartomante di fiducia:
Oroscopo in amore gratis:
Interpretazione dei sogni:
Blogcartomanzia.it
Contatti: 899.43.42.11-  899.24.24.21 –
Contatti dalla Svizzera : 0901.001.055
Contatti con  una  Carta di Credito: 0423.70.50.45
Info 24:   199.24.24.80

Info su Valentina

La vera storia di Valentina. Molto conosciuta nella sua zona di residenza, è apprezzata soprattutto per la sua infinita pazienza e costanza nell’aiutare tutti coloro che soffrono e si rivolgono a lei. Ricevette la “PARTICOLARE” sensibilità, quando, ancora bambina, accudiva la Nonna materna, gravemente malata, con gradevoli attenzioni. La Nonna mancò all’affetto dei suoi cari, ma la sua “PARTICOLARE sensibilità” passò alla piccola Valentina, che a stento se ne rese conto. Con il tempo, lo studio intenso, e grandi sacrifici, le caratteristiche si sono rivelate sempre più forti e precise. Un giorno, ad esempio, fu contattata per avere notizie di un fidanzato di cui non si avevano più notizie da oltre due anni. Il ragazzo fu prontamente rintracciato telefonicamente. Lui ignaro lavorava negli Stati Uniti. La sua sensitività è sfruttata per la ricerca di persone amate, oltre a fedeli amici animali e agli oggetti smarriti. Alla fine degli anni novanta organizzò, nel capoluogo Lombardo, come docente, un importante corso di cartomanzia rivolto a coloro che volevano approfondire le conoscenze sulla divinazione di TAROCCHI e SIBILLE. Ancora oggi le sue dispense sono utilizzate per chiarire ogni dubbio ai meno esperti. Agli inizi del nuovo secolo sono aumentate le collaborazioni con famose sensitive e veggenti, di fama internazionale, ed ancora oggi questi sviluppi sembrano non fermarsi mai, anzi danno sempre maggiori soddisfazioni. Negli ultimi anni, amici astrologi si sono avvicinati a lei ed alcuni in particolare toccano con mano la sua accuratezza e puntualità nelle precise soluzioni ai quesiti sempre risolti. Noti imprenditori, quotidianamente, si rivolgono a lei per ottenere approfonditi sondaggi commerciali, per conoscere l’eventuale solvibilità dei loro clienti, o conoscere la lealtà dei propri collaboratori. Ora siamo nell’era medianica, questa popolarità si è sensibilmente allargata, grazie ai moderni mezzi di telecomunicazione, è possibile così avere contatti con Lei da qualsiasi parte del mondo, anche se si risiede in un luogo remoto. Con tutti i mezzi che la moderna tecnologia ci mette a disposizione non potete non comunicare con Valentina. Tutti i giorni accoglierà le Vostre richieste e risponderà senza indugio ai Vostri quesiti. Un abbraccio, Valentina. http://www.centrostudipianetacielo.it
Questa voce è stata pubblicata in Sesso e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha (test di controllo): * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.