pizza ricresciuta Pasquale

No Gravatar

COME SI PREPARA

Su di una spianatoia disponete a fontana 120 g di farina e ponetevi al centro il lievito disciolto in pochissima acqua tiepida; impastate bene la “biga” (impasto madre)

Categoria
Antipasto
Tempo
280 min
Difficoltà
Difficile
Nazione
Italia (Lazio)
Cottura
Al forno
Fonte
La cucina regionale italiana del 2008

Ingredienti

Preparazione

ingredienti
350 g di farina bianca
80 g di formaggio parmigiano
25 g di pecorino stagionato
150 g di burro
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
5 uova
per la biga (impasto madre)
125 g di farina bianca
25 g di lievito di birra
vini consigliati
Aprilia Trebbiano (bianco)
Irpinia Coda di Volpe (bianco)

Su di una spianatoia disponete a fontana 120 g di farina e ponetevi al centro il lievito disciolto in pochissima acqua tiepida; impastate bene la “biga” (impasto madre) e fatela lievitare per circa 1 ora, finché il suo volume non sarà raddoppiato.
Nel frattempo grattugiate parmigiano e pecorino, e ammorbidite il burro a pomata. Quando la biga avrà terminato la lievitazione, amalgamatevi il resto della farina, 130 g di burro in pomata, i formaggi, 1 cucchiaio di olio, il sale, e infine 4 uova, una per volta. Lavorate energicamente il tutto finché l’impasto non si staccherà perfettamente dalle mani e dal tavolo.
A questo punto sistemate l’impasto nell’apposito stampo (non troppo largo e abbastanza alto, in alluminio), dopo averlo imburrato; riempitelo però solo fino a metà, quindi lasciate avvenire la seconda lievitazione, in un luogo caldo e umido, per altre 2 ore.
Preriscaldate il forno a 200 °C. Al termine di questa seconda e ultima lievitazione, l’impasto dovrebbe aver riempito da sé lo
stampo, sbordando un po’. Dorate la superficie della torta con il tuorlo del rimanente uovo sbattuto con 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva. Cuocete in forno a 200 °C circa 20 minuti, poi abbassate la temperatura a 180 °C e proseguite la cottura per 30-40 minuti, finché inserendo uno stecco da cucina della torta ne uscirà completamente asciutto e non ricoperto dall’impasto. La torta si serve fredda, ottima insieme ai salumi.

Info su Valentina

La vera storia di Valentina. Molto conosciuta nella sua zona di residenza, è apprezzata soprattutto per la sua infinita pazienza e costanza nell’aiutare tutti coloro che soffrono e si rivolgono a lei. Ricevette la “PARTICOLARE” sensibilità, quando, ancora bambina, accudiva la Nonna materna, gravemente malata, con gradevoli attenzioni. La Nonna mancò all’affetto dei suoi cari, ma la sua “PARTICOLARE sensibilità” passò alla piccola Valentina, che a stento se ne rese conto. Con il tempo, lo studio intenso, e grandi sacrifici, le caratteristiche si sono rivelate sempre più forti e precise. Un giorno, ad esempio, fu contattata per avere notizie di un fidanzato di cui non si avevano più notizie da oltre due anni. Il ragazzo fu prontamente rintracciato telefonicamente. Lui ignaro lavorava negli Stati Uniti. La sua sensitività è sfruttata per la ricerca di persone amate, oltre a fedeli amici animali e agli oggetti smarriti. Alla fine degli anni novanta organizzò, nel capoluogo Lombardo, come docente, un importante corso di cartomanzia rivolto a coloro che volevano approfondire le conoscenze sulla divinazione di TAROCCHI e SIBILLE. Ancora oggi le sue dispense sono utilizzate per chiarire ogni dubbio ai meno esperti. Agli inizi del nuovo secolo sono aumentate le collaborazioni con famose sensitive e veggenti, di fama internazionale, ed ancora oggi questi sviluppi sembrano non fermarsi mai, anzi danno sempre maggiori soddisfazioni. Negli ultimi anni, amici astrologi si sono avvicinati a lei ed alcuni in particolare toccano con mano la sua accuratezza e puntualità nelle precise soluzioni ai quesiti sempre risolti. Noti imprenditori, quotidianamente, si rivolgono a lei per ottenere approfonditi sondaggi commerciali, per conoscere l’eventuale solvibilità dei loro clienti, o conoscere la lealtà dei propri collaboratori. Ora siamo nell’era medianica, questa popolarità si è sensibilmente allargata, grazie ai moderni mezzi di telecomunicazione, è possibile così avere contatti con Lei da qualsiasi parte del mondo, anche se si risiede in un luogo remoto. Con tutti i mezzi che la moderna tecnologia ci mette a disposizione non potete non comunicare con Valentina. Tutti i giorni accoglierà le Vostre richieste e risponderà senza indugio ai Vostri quesiti. Un abbraccio, Valentina. http://www.centrostudipianetacielo.it
Questa voce è stata pubblicata in La prova del Cuoco e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha (test di controllo): * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.