Allattamento

No Gravatar

Preparare il seno, passo passo: 

per l’allattamento? Sì è consigliabile ammorbidire i capezzoli anche prima del parto, iniziando un paio di mesi prima, con prodotti a base di aloe vera o ancora meglio a base di burro di karitè puro. Anche subito dopo il parto è importante sempre inumidire i capezzoli dapprima con il colostro e poi quando il latte arriverà con qualche goccia di latte stesso. Comunque anche durante l’allattamento, il burro di karitè puro, quindi senza profumi, è utile anche in caso di ragadi e poi ha il vantaggio di non essere assolutamente nocivo per il neonato, cioè non è necessario lavarsi il seno prima di attaccare il piccolo. Esistono in commercio diversi tipi di prodotti, quelli che ho testato personalmente sono le perle di karitè e un prodotto specifico dell’Avent molto buono a base di aloe vera.

 

Si attacca  sempre al seno:

Il neonato, oltre ad avere fame, vuole sentire il calore, vuole stare in contatto con la sua mamma. Il neonato da subito può volere mangiare anche ogni 2 ore e all’inizio è tutto difficile, almeno per chi è al primo figlio, perchè si arriva dal parto, si è stanche e un pò malinconiche. Però tutto questo è normale, soprattutto nei primi giorni la mamma non deve pensare ad altro se non a se stessa e al suo piccolo, come succede per gli altri mammiferi. Questa dimensione di estrema simbiosi facilita l’accettazione dell’allattamento frequente. E sì allattare è impegnativo, richiede energie e sacrificio. Sacrificio, che detta così sembra un pò lugubre, tuttavia qui invece ha una connotazione estremamente positiva e bella: cosa c’è di più gratificante che vedere crescere il tuo piccolo sapendo che tutto il nutrimento sta venendo da te? Noi donne oggi siamo spaventate da questa richiesta pressante da parte dei nostri figli appena nati perchè vorremmo conciliare le troppe cose che siamo abituate a fare, ma i ritmi dei bimbi sono diversi e la mamma ci si deve adeguare fin tanto che serve. Non spaventiamoci di fronte a queste piccole bocche affamate, cerchiamo di cambiare prospettiva e vedere che nel momento dell’allattamento c’è una situazione di armonia e comunione la cui intensità e qualità non si potrà mai più rivivere al di fuori di questo contesto, godiamocelo quindi in santa pace.

 

Allatto ma piango per il dolore:

dal dolore. E sì, pur essendo una condizione naturale, allattare al seno non è sempre rosa e fiori, dipende moltissimo dalle nostre resistenze psicologiche. Ragadi, ingorghi, mastiti sono i tre problemi principali che una neomamma può incontrare. Se la mamma non è disposta a lasciare andare, ad accettare il fatto che allattare è come dare tutta se stessa al piccolo, allora i suoi meccanismi di difesa (che noi tutti abbiamo) cominciano a produrre la “malattia” o i problemi prima citati. Vanno bene anche i prodotti preparatori dei capezzoli, i massaggi e quant’altro, tuttavia è fondamentale una preparazione all’accettazione della maternità. Non sempre gli ormoni prodotti naturalmente dalla donna vengono in suo soccorso, anzi a volte giocano brutti scherzi, basti pensare alla depressione post-partum, pertanto credo sia fondamentale il farsene una ragione oppure cercare il sostegno anche durante i corsi preparto che sono fortemente consigliati.

Info su Valentina

La vera storia di Valentina. Molto conosciuta nella sua zona di residenza, è apprezzata soprattutto per la sua infinita pazienza e costanza nell’aiutare tutti coloro che soffrono e si rivolgono a lei. Ricevette la “PARTICOLARE” sensibilità, quando, ancora bambina, accudiva la Nonna materna, gravemente malata, con gradevoli attenzioni. La Nonna mancò all’affetto dei suoi cari, ma la sua “PARTICOLARE sensibilità” passò alla piccola Valentina, che a stento se ne rese conto. Con il tempo, lo studio intenso, e grandi sacrifici, le caratteristiche si sono rivelate sempre più forti e precise. Un giorno, ad esempio, fu contattata per avere notizie di un fidanzato di cui non si avevano più notizie da oltre due anni. Il ragazzo fu prontamente rintracciato telefonicamente. Lui ignaro lavorava negli Stati Uniti. La sua sensitività è sfruttata per la ricerca di persone amate, oltre a fedeli amici animali e agli oggetti smarriti. Alla fine degli anni novanta organizzò, nel capoluogo Lombardo, come docente, un importante corso di cartomanzia rivolto a coloro che volevano approfondire le conoscenze sulla divinazione di TAROCCHI e SIBILLE. Ancora oggi le sue dispense sono utilizzate per chiarire ogni dubbio ai meno esperti. Agli inizi del nuovo secolo sono aumentate le collaborazioni con famose sensitive e veggenti, di fama internazionale, ed ancora oggi questi sviluppi sembrano non fermarsi mai, anzi danno sempre maggiori soddisfazioni. Negli ultimi anni, amici astrologi si sono avvicinati a lei ed alcuni in particolare toccano con mano la sua accuratezza e puntualità nelle precise soluzioni ai quesiti sempre risolti. Noti imprenditori, quotidianamente, si rivolgono a lei per ottenere approfonditi sondaggi commerciali, per conoscere l’eventuale solvibilità dei loro clienti, o conoscere la lealtà dei propri collaboratori. Ora siamo nell’era medianica, questa popolarità si è sensibilmente allargata, grazie ai moderni mezzi di telecomunicazione, è possibile così avere contatti con Lei da qualsiasi parte del mondo, anche se si risiede in un luogo remoto. Con tutti i mezzi che la moderna tecnologia ci mette a disposizione non potete non comunicare con Valentina. Tutti i giorni accoglierà le Vostre richieste e risponderà senza indugio ai Vostri quesiti. Un abbraccio, Valentina. http://www.centrostudipianetacielo.it
Questa voce è stata pubblicata in Essere Mamma e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha (test di controllo): * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.